La nostra storia

Il Salumificio Merlotti inizia la sua attività nell’immediato dopoguerra come piccola bottega artigiana, a Castel d’Ario, paese che diede i natali al leggendario pilota automobilistico Tazio Nuvolari.

Mantova, che ispirò Virgilio e che divenne immortale attraverso le sue opere, forte di una grande cultura che affonda le proprie radici in una terra generosa e ricca, può considerarsi il primo ed il più importante ingrediente dei nostri prodotti.

I prodotti insaccati sono infatti parte integrante della tradizione culinaria padana e principalmente mantovana, ed il salame sopra tutti: portata tipica del Rinascimento mantovano, esistono note d’archivio che segnalano l’invio di salami:

 da li più belli et grossi vi fossero” a Roma ad Isabella d’Este, la marchesana moglie di Francesco II, sottolineando la preoccupazione di proteggerli per non farli arrivare “guasti  e schizzi (schiacciati)”.

La civiltà contadina e la tradizione culinaria tramandano gusti e atmosfere che si ritrovano e si riscoprono nei nostri salumi. A due passi dal Parco del Mincio, immerso in un territorio caratterizzato per molti mesi all’anno da una clima umido e nebbioso, le carni allevate hanno quel qualcosa in più che le rende uniche e ci permettono di creare insaccati capaci di farsi amare de ogni fascia di mercato.